Rubrica settimanale "diritti e doveri sulla strada"

I parcheggi di scambio che mancano

L’autore prendendo spunto dalla mobilità di accesso ai centri cittadini che da decenni – negli USA e in altre nazioni occidentali – è organizzata con l’interscambio auto-treno-metrò-bus nelle “aree di scambio” delle periferie residenziali, analizza come in Italia questo semplice ma efficace sistema sia ancora scarsamente attuato, con rare eccezioni di iniziativa locale, senza strategie e investimenti nazionali.

Regioni, province e caos per la mobilità

L’autore, analizzando l’eccessiva a frammentazione territoriale e demografica delle Regione e delle Province, rileva il rischio e caos di gestione può avvenire alle strade provinciali con la soppressione delle Province a cui non sta seguendo alcun studio sulla ristrutturazione delle funzioni amministrative sul territorio per la gestione della rete stradale provinciale, soprattutto con un Stato centrale debole, impreparato e poco autorevole.

Territorio e mobilità frammentati

L’autore, riportando  dati sulla suddivisione amministrativa dell’Italia in 8.000 comuni, di cui la maggioranza con una popolazione irrisoria, e conseguenti limitati strumenti economici e tecnici, sostiene che questa “frammentazione gestionale” incide sulla discontinua qualità del territorio e del sistema della mobilità, soprattutto per la carenza di un Stato centrale forte, competente, autorevole e rispettato.