Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, a meno che i numeri non siano incompatibili “con le osservazioni logiche”.