I giovani ostentano maggiore “tranquillità”, ma tra loro si conta il maggior numero di vittime. Le donne e le persone più anziane sono invece le più preoccupate.