Un’indagine rileva che si preferisce l’auto condivisa all’auto di proprietà, soprattutto tra i giovani facilitati da internet.