Nella nuova “legge di stabilità” del governo italiano sono stati finanziati 500 milioni per l’acquisto di nuovi bus del trasporto pubblico locale, il cui rinnovamento del parco veicolare è stato fortemente rallentato negli ultimi anni proprio per i limitati finanziamenti governativi.